Progetto Ragazze Madri

Progetto Ragazze madri

Il progetto Madres Solteras (tradotto letteralmente dallo spagnolo: madri solitarie, cioè ragazze madre) nasce nell’Ottobre 2005 per far fronte ai bisogni delle tante madri di Juàrez che si trovano nella triste situazione di dover crescere uno o più figli senza l’appoggio del padre. Spesso capita infatti che la mancanza di informazione riguardo alle responsabilità che una maternità comporta, conduca a gravidanze indesiderate senza che vi siano le condizioni economiche e familiari adatte al corretto sviluppo fisico e sociale di un bambino. Per questo la Tenda di Cristo 16 offre, tramite il progetto Madres Solteras, un assistenza completamente gratuita alle giovani donne abbandonate e ai loro bambini in difficoltà. L’aiuto fornito consiste concretamente in visite mediche e psicologiche effettuate presso specialisti volontari, e in un piccolo supporto economico sotto forma di latte in polvere e pannolini. Attualmente il progetto coinvolge 46 mamme, la cui età media è di soli 16 anni, alcune già madri di due o più figli, per un totale di bambini assistiti che raggiunge le 70 unità. Ma questi numeri sono soltanto provvisori: ogni settimana si presentano nuove madri che richiedono il nostro aiuto! La lista di attesa per entrare a far parte del progetto è già lunghissima: 73 mamme e 107 bambini al di sotto dei 3 anni attendono speranzosi di poter iniziare a ricevere assistenza a partire dal mese di gennaio 2008. Attualmente la Tenda di Cristo 16 non possiede le risorse economiche per far fronte a tutte le richieste, e il numero di mamme che potranno entrare a far parte del progetto dipenderà fortemente dalle offerte che riceveremo dall’Italia! Non serve una cifra enorme: con 120 pesos (circa 10 euro) si riescono a comprare latte in polvere e pannolini necessari al fabbisogno mensile di un bambino. Il progetto Madres Solteras però non si ferma al semplice sostegno economico e medico: per arginare il fenomeno delle giovani gravidanze indesiderate sono stati istituiti dei corsi gratuiti di pianificazione familiare ed educazione infantile aperti a tutte le donne. La speranza è che attraverso questi incontri le ragazze di Juàrez prendano coscienza dello sforzo necessario alla crescita di un bambino quando non si può fare affidamento sull'appoggio economico del padre e di ciò che una gravidanza comporta dal punto di vista lavorativo. A Juàrez infatti, data l'abbondanza di manodopera, le donne in maternità non godono di alcun diritto o tutela sul posto di lavoro e di fronte alla minaccia di licenziamento da parte di datori senza scrupoli, molte di loro preferiscono uccidere o abbandonare i propri bambini appena partoriti. Aiutaci a fare in modo che questo non accada, una piccola offerta può davvero salvare una giovane vita!

Quelle che seguono sono otto storie di madri solitarie aiutate dalla Tenda di Cristo16. Soltanto otto storie ma che rappresentano tristemente la condizione comune di migliaia di donne di Juàrez.

 

Testimonianza 1

Maria del Carmen è una ragazza di 20 anni, madre di 3 figli: i primi due di 5 e 3 anni, il più giovane di 2. Vive da sola in una casa ricevuta temporaneamente in prestito da una vicina. La casa è in realtà una baracca di pochi metri quadri con una sola stanza situata alla periferia di Juàrez, dove la temperatura interna è quasi sempre più bassa di quella esterna. Per questo motivo i due figli più grandi soffrono perennemente di infezioni alle vie respiratorie e necessitano costantemente delle attenzioni mediche offerte gratuitamente dalla Tenda di Cristo. Per sopperire alla mancanza di riscaldamento nei mesi più freddi dell’anno, gli è stato regalato dalla Tenda un calorifero elettrico anche se questo non può sempre essere utilizzato a causa del consumo elettrico superiore che Maria è in grado di pagare. Quando riesce a lasciare i bambini in affido ad una amica, Maria si presta a fare le pulizie negli uffici di qualche fabbrica della zona riuscendo a guadagnare 200 pesos (circa 15 euro) alla settimana, sua unica fonte di sostentamento. La mancanza di introiti economici di questa famiglia e l’ignoranza riguardo alle tecniche anticoncezionali sono state la causa primaria del motivo per cui questa giovane è diventata mamma già all’età di 15 anni.

Fabbisogno mensile stimato: 250 pesos

 

Testimonianza 2

Flor Arely è una giovane di 17 anni che è rimasta incinta per la prima volta a soli 14 anni dovendo per questo lasciare il terzo anno di scuola secondaria che fino ad ora non è mai riuscita a terminare. Adesso vive in casa di sua sorella insieme ad altre 7 (sua sorella, il marito della sorella e 5 bambini) persone stipate in due sole stanze che fungono anche da cucina e senza bagno. Ogni giorno si prende cura dei suoi bambini e dei suoi nipoti per fare in modo che sua sorella e il marito possano andare a lavorare. Così facendo si garantisce un posto dove vivere ma per il cibo, il latte, i pannolini e l’assistenza medica è completamente dipendente dalla Tenda di Cristo.

La mancanza di affetto e il desiderio di appartenenza uniti all’ignoranza riguardo alle tematiche di salute sessuale, aumentano esponenzialmente il rischio di una nuova gravidanza inattesa e indesiderata.

Fabbisogno mensile stimato: 300 pesos

 

Testimonianza 3

Diana è una ragazza di 16 anni che a causa della gravidanza è stata costretta ad abbandonare gli studi al secondo anno di secondaria. E’ già madre di un bimba di 1 anno. E’ la più grande di 5 fratelli abbandonati dal padre dopo la nascita dell’ultimo figlio. Data la continua assenza della madre, costretta a turni di lavoro estenuanti per poter mantenere la famiglia, Diana ha trascorso la sua adolescenza tra le bande criminali della colonia, dove ha conosciuto il padre di suo figlio, il quale, dopo averla messa incinta si è rifiutato di riconoscerne la paternità. Ora vive insieme ai suoi fratelli e contribuisce ad aiutare la madre nelle faccende domestiche. Diana non ha mai ricevuto un’educazione sessuale adeguata, per questo partecipa assiduamente ai corsi tenuti nella Tenda di Cristo riguardanti le tecniche di pianificazione familiare. Inoltre riceve un aiuto economico ogni settimana sotto forma di latte e pannolini.

Fabbisogno mensile stimato: 250 pesos

 

Testimonianza 4

Claudia ha 27 anni, è originaria di Torreon Mexico e da 14 vive a Ciudad Juàrez. All’età di 18 anni rimane incinta e va a vivere con il padre di suo figlio ma il tipo di rapporto che si instaura tra i due è estremamente conflittuale e violento. A causa della gravidanza Claudia non è riuscita a finire nemmeno la scuola primaria e questo gli ha precluso ogni possibilità di ottenere un buon impiego che le consentisse di mantenere se stessa e la sua bambina. Per questo ha iniziato una relazione con un altro uomo il quale dopo averla messa incinta nuovamente l’ha lasciata in condizioni economiche peggiori delle precedenti. Ora vive con i sui figli in una casa in affitto che paga grazie al sostegno economico fornito dalla tenda di 200 pesos mensili. Inoltre Claudia si appoggia al progetto Madres Solteras ricevendo latte e assistenza medica per se e per i suo bambini quando la richiede.

Fabbisogno mensile stimato: 300 pesos

 

Testimonianza 5

Maribel è originaria di Durango, ha 20 anni e suo figlio Alan 3. Dopo la nascita del bambino ha iniziato a lavorare in una fabbrica di assemblaggio di schede per computer come operatrice in un catena di montaggio, lasciando che sua madre si occupasse di Alan. Sul posto di lavoro ha conosciuto un altro uomo con il quale ha iniziato una relazione extraconiugale sessualmente attiva. A causa di quest’ultima è rimasta incinta di due gemelli (che adesso hanno 5 mesi di età) ed è stata lasciata dal padre di Alan. Attualmente Maribel non lavora, vive con il suo attuale compagno il quale ha l’onere di mantenere le otto persone presenti nella sua casa: lui stesso, Maribel, la madre di Maribel, Alan, i due gemelli e altri due figli che l’uomo ha avuto da una relazione precedente.

Maribel riceve settimanalmente l’assistenza medica gratuita offerta dalla Tenda di Cristo la quale le fornisce anche il latte in polvere e i pannolini necessari per i suoi tre figli.

Fabbisogno mensile stimato: 350 pesos

 

Testimonianza 6

Liliana è giovanissima: ha solo 16 anni ed è arrivata da Chihuahua a Juàrez solo due anni fa con i genitori in cerca di lavoro. Fortunatamente è riuscita a terminare almeno la scuola primaria, poco prima di venire a conoscenza di essere rimasta incinta a seguito di un rapporto sessuale occasionale avuto con un coetaneo abitante nella sua stessa colonia. La cosa peggiore è che questo ragazzo, sieropositivo, ha trasmesso a lei e alla sua bambina il virus dell’ HIV. Inoltre per paura di ritorsioni da parte dei genitori e degli amici di Liliana, è fuggito dalla colonia trasferendosi in un’altra città. Liliana adesso vive ancora con i suoi genitori i quali stentano a pagare le cure mediche necessarie alla sua sopravvivenza e a quella della bambina neonata. Per questo la Tenda di Cristo ha deciso di farsi completamente carico dell’assistenza medica e psicologica di Liliana che ogni martedì viene a farsi visitare e riceve le cure necessarie presso gli specialisti volontari.

Fabbisogno mensile stimato: 400 pesos

 

Testimonianza 7

Nancy è una ragazza di 22 anni, originaria di Durango con 3 figlie, la più grande dei quali (Yesica) ha 7 anni ed è affetta da paralisi cerebrale infantile, per questo motivo necessita di attenzioni medico- psicologiche costanti e particolari.

Nancy è appena stata abbandonata da suo marito, fuggito non appena ha saputo dell’arrivo del quinto figlio. Per vivere Nancy ha trasformato la sua casa un piccolo negozio di dolci: in questo modo riesce a lavorare tra le mura domestiche ed allo stesso tempo accudire i propri figli, specialmente Yesica che non è indipendente in alcun modo.

Purtroppo i soldi guadagnati con questa attività non sono sufficienti a sfamare tutta la famiglia, specialmente ora che la gravidanza avanzata non le permette di lavorare a tempo pieno. Nancy beneficia dell’aiuto della Tenda di Cristo attraverso il progetto Madres Solteras ricevendo ogni settimana latte e pannolini per Nancy (che viene seguita anche da uno psicologo) e per gli altri due figli più piccoli.

Fabbisogno mensile stimato: 300 pesos

 

Testimonianza 8

Marina ha 22 anni, madre di 3 bambine rispettivamente di 5, 2 anni e 4 mesi. Dopo essere stata abbandonata dal marito, Marina è tornata a vivere a casa dei suoi genitori ma ha dovuto abbandonare presto questa sistemazione a causa dei problemi con il padre alcolizzato il quale picchiava sia lei che i suoi figli piccolissimi. Attualmente Marina non ha una fissa dimora e nemmeno un lavoro. Si fa ospitare da parenti e vicini di casa e vive grazie all’aiuto che le viene fornito dalla Tenda di Cristo e quando neanche questo basta è costretta a chiedere l’elemosina per la strada.

Fabbisogno mensile stimato: 250 pesos